by Esercito della Salvezza in Italia on September 16th, 2017


by Esercito della Salvezza in Italia on September 5th, 2017

​Londra, 2 settembre 2017

L'Esercito della Salvezza ha risposto durante la peggiore inondazione nell'Asia meridionale degli ultimi 30 anni, lasciando milioni di persone senza tetto.
Dopo settimane di piogge monsoniche implacabili, molte parti dell'India, Bangladesh e Nepal sono sommerse dall'acqua e più di 40 milioni di persone sono state colpite dalle inondazioni. Molti di loro hanno perso le loro case e mezzi di sopravvivenza e, con un le strutture dei servizio essenziali inagibili, la vita delle persone è in constante pericolo.
Le squadre di soccorso dell'Esercito della Salvezza vengono dispiegate in aree selezionate del Bangladesh e dell'India per installare dei punti di distribuzione per fornire beni di prima necessità.
Nella zona di Chittagong, Bangladesh, sono stati ricevuti dei finanziamenti per iniziare a costruire delle case per coloro che hanno perso tutto nella frana iniziale causata dalla forte pioggia.
Il Territorio Occidentale dell'India di Salvazione ha mobilitato le sue forze con le squadre di soccorso per le inondazioni e stanno distribuendo dei kit a 2.200 famiglie delle zone colpite, tra cui ci sono circa 4.400 adulti e 5.600 bambini. I kit includono beni essenziali come riso, farina, olio, zucchero, tè, sale, spezie e verdure, come cipolle e patate.
I fondi sono stati resi disponibili dalla Quartiere Internazionale dell'Esercito della Salvezza per far fronte alle esigenze più urgenti, mentre si continua a monitorare la situazione. Lavorando in collaborazione con altre organizzazioni non governative, l'Esercito della Salvezza continuerà ad aiutare le vittime delle inondazioni, fornendo cibo e attrezzature di sopravvivenza. Si stanno cercando donazioni per consentire una risposta su più ampia scala.
Il generale André Cox, leader internazionale dell'Esercito della Salvezza, ha dichiarato: "Chiedo ancora una volta ai Salutisti e gli amici possano di pregare e di dare un sostegno pratico agli sforzi di soccorso a questo disastro catastrofico.”

Fonte: ​http://www.salvationarmy.org/ihq/news/inr020917

by Esercito della Salvezza in Italia on August 30th, 2017

​Le sedi dell'Esercito della Salvezza di Houston e dintorni stanno fornendo rifugio, cibo e vestiti in risposta alle drammatiche inondazioni della città. Domenica pomeriggio sia a Pasadena che in Texas City, alcune persone sono state soccorse con l'aiuto di autocarri e tratte in salvo dall'inondazione.

Le cucine mobili dalle città di McAllen, Laredo, Corpus Christi and Dallas Fort Worth hanno servito più di 3'000 pasti e bevande ai residenti e ai primi soccorritori nelle città fortemente colpite di Port Aransas, Driscoll e Corpus. Dieci ulteriori cucine mobili e un “Incident Command Team” da Arkansas e Oklaoma sono arrivate a Corpus Chisti domenica sera, pronte a iniziare a servire il giorno seguente. Un altro team sta arrivando dalla Florida per supportare gli sforzi assistenziali a Houston nel corso della settimana.

Man mano che le comunità lungo la costa iniziano ad essere raggiungibili, i veicoli d'emergenza dell'Esercito della Salvezza consegnano cibo e acqua nelle aree colpite. Questi aiuti continueranno finché necessari.

Il maggiore Andrew Kelly, Comandante dell'Esercito della Salvezza per la zona di Austin, Texas, ha scritto su twitter: “questo disastro durerà mesi e possibilmente anni e l'Esercito della Salvezza sarà sul posto aiutando in tutti i modi possibili, offrendo pasti, rifugio, supporto per l'igiene, e cura emotiva e spirituale; questo richiederà assistenza finanziaria perché sarà molto costoso”.

L'ex presidente George W. Bush in un post su Facebook ha scritto che insieme a sua moglie sono commossi dal lavoro eroico dei primi soccorritori e volontari che stanno rischiando loro stessi per aiutare gli altri... “La devastazione spezza i nostri cuori, ma siamo fiduciosi che queste comunità forti recupereranno e prospereranno”. L'ex presidente ha incoraggiato la popolazione a aiutare l'Esercito della Salvezza e le altre organizzazioni che stanno offrendo assistenza.

Per sostenere il lavoro dell'Esercito della Salvezza negli Stati Uniti, per i soccorsi al disastro dell'uragano Harvey, è possibile donare al seguente link: http://sar.my/amappeal

​foto: https://flic.kr/s/aHsm7jPbPF

fonte: ​http://www.salvationarmy.org/ihq/news/inr290817

by Esercito della Salvezza in Italia on August 24th, 2017

​Ieri sera grazie ai nostri volontari abbiamo cucinato per i rifugiati di via Curtatone, a Roma, sgomberati nuovamente stamattina con una violenza inaudita. Ieri i nostri ospiti ci hanno chiesto di essere parte attiva in questa iniziativa, alcuni di loro italiani caduti nella trappola della povertà a causa di perdita di lavoro e, di conseguenza, perdita di casa. Proprio loro con noi hanno voluto essere vicini a quelle madri con bambini, a quelle persone che sono scappate da paesi governati da dittatori, dove miseria e guerre non permettevano di immaginare un futuro per loro, per non parlare delle torture a cui molti di loro sono stati sottoposti. Immaginavano il nostro paese più' accogliente e con diritti sanciti da una costituzione fra le migliori al mondo a tutela anche dei minori. Ieri sera con un piatto caldo e cibo fresco abbiamo insieme declinato il nostro modo di stare accanto alle persone.I poveri vanno conosciuti e riconosciuti, perché di lotta alla povertà e all'esclusione si tratta. Oggi esprimiamo preoccupazione per i bambini e le famiglie che stamattina sono state portate via Ci auguriamo un'accoglienza vera che tenga conto di integrazione vera visto che sono persone che hanno già ottenuto lo status di rifugiati, infatti sono presenti a Roma sin dal 2013 con l'emergenza nord Africa. Ora sono in questura, il piazzale è vuoto. Noi continueremo a seguirli anche in silenzio con lo stile che ci contraddistingue chiedendo sempre che accanto alla legalità ci sia la giustizia sociale. Grazie agli operatori del Car (centro agro alimentare Roma) ormai nostro partner, ogni volta che abbiamo bisogno di cibo fresco loro sono sempre intervenuti, grazie a Todis di San Lorenzo, anche loro sempre disponibili, grazie a Unicoop che nei prossimi giorni invierà altro cibo. Grazie ai volontari dell' Esercito della Salvezza, persone che non mollano mai le strade della nostra città e che in una città ancora in ferie sanno far sentire la vicinanza e l'attenzione a chi le ferie da tanto tempo non può permettersele. Un grazie speciale ai nostri ospiti del centro diurno che coraggiosamente anche davanti alle telecamere hanno raccontato le loro storie e del perché volevano essere vicini ai rifugiati. Aspettiamo insieme alle altre associazioni con cui collaboriamo da anni di sapere dove saranno sistemate queste persone, preoccupati del futuro di questi bambini.

 
Di segiuto i lvideo di www.repubblica.it

by Esercito della Salvezza in Italia on August 24th, 2017

​È il 24 agosto e oggi non possiamo non salutare con affetto e vicinanza le persone che abbiamo incontrato, le famiglie che abbiamo aiutato nelle Marche, in Abruzzo e nel Lazio. Sin dal primo giorno siamo intervenuti scegliendo di stare vicino ai bambini con i regali portati a Norcia, con tre roulotte donate alle famiglie che non potevano tornare nelle case inagibili. Abbiamo sostenuto con parte dell'allestimento della cucina la tendopoli, abbiamo sostenuto le piccole aziende agricole acquistando mangimi speciali per le piccole aziende a conduzione familiare, coraggiosamente rimaste per amore della loro terra. Abbiamo "premiato” la generosità del negoziante di Muccia, piccolo paese nelle Marche, perché ha donato tutti i generi alimentari del suo negozio agli abitanti del suo paese, i soccorsi sono arrivati molto dopo...Ringraziamo anche per tutti i contributi economici e i doni arrivati dalla nostra rete internazionale. Mentre ricordiamo ciò che accadde un anno fa, abbracciamo simbolicamente tutte quelle famiglie che abbiamo incontrato e speriamo che presto possano avere nuovamente i loro paesi agibili. Continuiamo a essere loro vicini.

Inoltre, in queste ore stiamo lavorando mettendo a disposizione la nostra struttura a Forio, Ischia, per le famiglie che hanno la casa resa inagibile con l'ultimo sisma del 21 agosto.
Nel seguente articolo di Riforma  viene riportata la testimonianza della nostra ufficialessa sul posto, tenente aus. Ilaria Castaldo:
​http://www.riforma.it/it/articolo/2017/08/22/scossa-di-terremoto-ischia





Archivio Notizie
2017 (34)
January (4)
February (4)
March (3)
April (5)
May (7)
June (2)
July (4)
August (3)
September (2)
2016 (25)
January (1)
March (2)
April (2)
May (5)
June (2)
July (3)
August (1)
September (5)
October (1)
December (3)
2015 (14)
share